domenica 18 giugno 2017

TUTTI IN PIEDI PER CHARLIE:NON PERMETTIAMO CHE UN GIUDICE POSSA DECIDERE DELLA VITA E DELLA MORTE DI UN INNOCENTE!

Vogliono uccidere Charlie Gard, un esserino britannico di pochi mesi affetto da una malattia grave e probabilmente "incurabile", almeno a parere dei giudici di Sua Maestà Britannica che più volte hanno negato il diritto alla vita di questo povero bambino di pochi mesi di età. Dopo aver raccolto molto denaro al fine di tentare una cura negli USA, i genitori si sono rivolti alla Corte Europea affinché la sentenza di morte non venga posta in essere. Nel pregare perché la richiesta venga accolta non possiamo non osservare come, oggi, la vita umana abbia sempre meno valore; e, al tempo stesso, quale sia ormai la strada tracciata dai parlamenti delle varie Nazioni Europee, ormai succubi delle Lobby eutanasiche e abortiste. Oggi tocca a un essere piccolo ed indifeso; domani, forse, anche a qualche anziano che la Corte o il Parlamento di turno ritenga "inutile"! Perciò: TUTTI INSIEME NEL NOME DI CHARLIE GARD !!!

 

Nessun commento: