lunedì 2 febbraio 2015

31 GENNAIO 2015- ELETTO PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA: LA REPUBBLICA E' MORTA!

  
ROMA- 31 GENNAIO 2015.

Deputati e Senatori della Repubblica, riuniti in seduta congiunta nel Palazzo di Montecitorio, sede della Camera dei Deputati,hanno eletto Presidente della Repubblica italiana l' On. Sergio Mattarella, giudice della consulta ( Corte Costituzionale). I voti ottenuti al fine di essere eletto alla più alta carica della repubblica sono stati 665, molti di più di quanti ne servissero,pari a 505 necessari alla quarta votazione. Chi è Sergio Mattarella,e perché scriviamo che con la sua elezione la Repubblica è morta, anzi sepolta?

Figlio di un discusso notabile della Democrazia Cristiana siciliana, Sergio Mattarella è assurto alle cronache politiche locali e nazionali in seguito all'assassinio ,da parte della Mafia, del fratello Piersanti Mattarella, Presidente della Regione Sicilia nei primi anni " 80 del secolo scorso.

E' quindi " figlio" d'arte, anche se il suo nome non ha mai avuto una grande eco sui giornali di partito o sulla stampa in genere. Nota invece la sua figura quale giudice della Corte Costituzionale, ente supremo che si erge a difensore della costituzione repubblicana nata nel 1948.

Perché affermiamo che " la Repubblica è morta"? Perché tale fù fin dall'inizio,dopo i notevoli brogli ed il colpo di stato che mise fine alla monarchia dell'allora casa regnante,i Savoia. Adesso sarebbe giunta l'ora di seppellirla, stante anche le dichiarazioni rilasciate in merito dal nuovo Presidente eletto qualche tempo addietro, in occasione delle elezioni politiche del 2013, che portarono al potere le sinistre ed il Partito Democratico:  questa legge elettorale non è costituzionale, quindi tutti coloro che sono stati eletti con il premio di maggioranza non sono legittimati a ricoprire il ruolo di Deputati della Repubblica! Ergo: se una legge incostituzionale ha permesso fossero elette persone non degne di essere Deputati della Repubblica, ne consegue che anche l'elezione dell'On. Sergio Mattarella alla più alta carica dello Stato italiano non sia quindi valida!

Chiediamo che su questi gravissimi fatti sia fatta luce e,quindi, chi di dovere ne tragga le dolorose conseguenze!